Idropulsore quante volta va usato?

L’idropulsore è usato per riuscire ad avere la massima igiene del cavo orale, in maniera semplice e indolore. Si tratta di uno strumento che può igienizzare la bocca e le gengive, al tempo stesso va diminuire anche la placca e gli eventuali batteri. Lo possiamo trovare in commercio venduto in diversi modelli, alcuni molto compatti e comodi da tenere negli scaffali del bagno e utilizzarli tutti i giorni. Abbiamo anche dei modelli più grandi di idropulsore, che può essere fisso e quindi occupa più spazio e generalmente è indicato per chi deve utilizzarlo per motivi specifici. I modelli compatti sono molto più agevoli e di base possono facilmente anche essere portabili, se ne sentiamo il bisogno possiamo tenerlo con noi anche in viaggio.

L’idropulsore come macchina presenta una tecnologia semplice ma efficace per permetterci di pulire il cavo orale curando anche l’igiene delle gengive e senza dover usare filo interdentale che può causare disturbi ad alcune persone. Tutto sommato quindi è una macchina che presenta una pompa d’acqua ed una volta azionata va ad effettuare un lavaggio con getti di acqua pulsata all’interno della bocca. L’acqua pulsata permette quindi di avere una pulizia profonda e se inoltre aggiungiamo del collutorio possiamo al tempo stesso anche igienizzare del tutto il cavo orale. Di regola non è bene utilizzare da solo questo strumento, infatti è sempre un coadiuvante dello spazzolino e del dentifricio di cui non dobbiamo mai e poi mai fare a meno. L’idropulsore ha una una pompa d’acqua che spruzza getti pulsati nella bocca come abbiamo detto, ma per indirizzare il getto abbiamo bisogno di diversi tipi di beccucci che essenzialmente vengono venduti con l’idropulsore stesso. I vari beccucci si adattano ad ogni nostra esigenza di pulizia e sono perciò specifici per il solco gengivale e lo spazio interdentale. Non c’è un limite di tempo o una prescrizione precisa per l’uso dell’idropulsore, infatti possiamo utilizzarlo tutte le volte che vogliamo e se pensiamo di utilizzarlo spesso o per pulire eventuali apparecchi fissi è il caso di acquistare un modello fisso, che sarà di sicuro più ingombrante ma anche più funzionale. I modelli portatili sono ideali per un uso meno frequente, hanno anche delle potenze in genere più basse ma comunque garantiscono una buona resa, di sicuro sono più maneggevoli e leggeri.

Visitate il sito http://sceltaidropulsore.it  per conoscere tutti i modelli in commercio.